IT EN FR

La sedia operativa si definisce “Sedia da lavoro per ufficio” con caratteristiche costruttive, dimensionali e di sicurezza conformi alla NORMA UNI EN 1335 1-2-3. La caratteristica principale della sedie operative è la base a cinque razze (in Nylon o alluminInio), dotata di 5 ruote piroettanti (gommate on solo in Nylon in base al tipo di pavimento). Le sedie operative devono essere stabili e devono permettere all’utilizzatore una certa libertà di movimento ed una posizione comoda.
I meccanismi d’elevazione ed inclinazione devono garantire una regolazione soggettiva della seduta in modo che questa sia adattabile alle diverse stature e posture degli utenti. I sistemi di regolazione devono essere facili da usare, posti in modo da evitare azionamenti accidentali. Per questo sui modelli con regolazione del meccanismo azionato da leve è previsto il dispositivo antischok. Tutti gli elementi esterni della poltrona ed i meccanismi di regolazione presenti devono essere conformi a quanto specificato nel punto 4 della norma UNI EN 1335 .

Sedie Operative
Viva new
CO2 Rete
CO2 Air
Hola Rete
Corolla
Hola
Hola Grey
Dattilo Golf
Sgabelli
Sedie Conduttive

Il punto 1. della Norma definisce le dimensioni e la loro determinazione, classificando le tipologie in A e B, la sedia operativa di tipo A ha requisiti dimensionali più restrittivi e rispetta più delle altre, le dimensioni antropometriche del 5° e del 95° percentile delle persone, i meccanismi di regolazione devono permettere l’inclinazione del sedile e dello schienale, la traslazione in avanti del sedile e il supporto lombare regolabile. 
La sedia operativa di tipo B ha requisiti dimensionali intermedi fra le classi, le regolazioni richieste e necessarie sono l’elevazione del sedile, l’inclinazione dello schienale e il supporto lombare può essere regolabile o fisso.
Il punto 2. della Norma stabilisce i “requisiti di sicurezza” dei meccanismi, della stabilità della sedia durante l’uso e la sua resistenza e durata, infine le informazioni d’uso.
Il punto 3. della Norma stabilisce i “metodi di prova per la sicurezza” per l’appunto prove di resistenza e fatica dei materiali compresi nche i braccioli.
Le sedie operative non sono sedie comuni per un’utilizzo sporadico, al contrario sono un tuttuttuno con l’ambiente di lavoro e quindi studiate per preservare la salute dell’utilizzatore.
Sesta ha una vasta proposta di sedie operative con schienale in Polipropilene, imbottito o in rete, meccanismi Synchro e a contatto Permanente azionabili con leve o pulsanti.